Pedofilia: insegnante di religione cattolica a Milano e presidente ACDC, incarcerato per molestie su tredicenni

Alberto Giannino, professore di Religione Cattolica (IRC) in un liceo milanese e presidente dell'ACDC, non il noto gruppo hard rock australiano AC/DC, bensì la pia Associazione Culturale Docenti Cattolici, è da ieri in carcere a Chiavari per l'accusa di atti sessuali con minorenni sotto i 14 anni.

Così racconta La Repubblica i tetri dettagli della vicenda, avvenuta il 24 agosto a Rapallo (GE), con i due tredicenni: "Il docente li avrebbe invitati a seguirlo, secondo l'accusa, poi ha offerto soldi per comprare una bibita a uno e avrebbe cominciato a fare avances e a toccare nelle parti intime l'altro bambino. A un certo punto si è avvicinato un papà dei ragazzini che ha chiamato l'altro genitore e insieme hanno avvertito la polizia".

Il professore di religione si dichiara innocente, si avvale della facoltà di non rispondere, chiede gli arresti domiciliari, minaccia lo sciopero della fame e dice di essere stato "incastrato".

Giannino tuttavia non è nuovo alla stampa, in quanto nel settembre 2007 si fece notare - con scarso successo - per la fondazione di un nuovo partito, "Cattolici per le Libertà". Le posizioni sue e del partito si sono dimostrate spesso integraliste e anti-ateoagnostiche, come si può leggere sulle notizie riportate dalle Ultimissime Uaar.

In seguito, quasi per ironia della sorte, nel 2009 Giannino rilasciò una lunga presa di posizione sulla vicenda del direttore di Avvenire, Dino Boffo, con cui ne chiedeva le dimissioni proprio per la condanna per molestie: "É impensabile che il direttore del quotidiano cattolico, condannato per molestie nel 2004, rimanga al suo posto come se nulla fosse. Come farebbe Boffo a trattare su Avvenire editoriali dedicati alla famiglia, al matrimonio o alle coppie di fatto gay e non, su cui papa Benedetto XVI ha impostato il suo autorevole magistero pastorale? Non sarebbe credibile, e, comunque, metterebbe a disagio non poche persone, creando sconcerto e disorientamento tra i lettori del quotidiano e i cattolici di questo Paese." (vedi le Ultimissime Uaar e l'intervento completo di Giannino).

Giannino si occupava spesso sul suo giornale on-line di riferimento, IMGPress, di casi di pedofilia, abusi su minori, stupri etc. perpetrati da sacerdoti e non, come nell'elenco di articoli che segue:

Share this